Ogni ripresa è un tesoro – Assaggi del mondo tradizionale – (Parte I)

Al mondo non si butta niente. Tutto (o quasi), può essere riutilizzato, acquistare nuove forme, avere nuovi usi, staccandosi dal suo contesto originale e vivere di luce propria; uso l’espressione del maiale non si butta via niente, solo per rimarcare le parole scritte sopra e per far capire che nel caso delle riprese video, ogni fotogramma può essere sfruttato per raccontare un momento che ha un inizio ed una fine.

Mi capita spesso, in particolar modo durante le registrazioni dei report che riguardano le tradizioni orali calabresi, di accumulare così tanto materiale che userò solo in parte o soltanto per alcuni secondi, il tempo giusto per passare da un’ambientazione all’altra, incastrando al meglio le riprese per rendere fluido il mio racconto.  Pensando e ripensando quindi al concetto di riutilizzo, ho deciso di iniziare a dare un senso e in questo caso degli assaggi (nudi e crudi) del mondo tradizionale calabrese.

ZAMPOGNA D’ASPROMONTE – ANNO 2019 – ANTONIMINA (RC) 

MOMENTI DI BALLO – ANNO 2019 – CONFLENTI (CZ)

GIUSEPPE GALLO – SONATA D’ORGANETTO – ANNO 2019 – CONFLENTI (CZ)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *