Daniele Fabio e il video live di Riturnella

Lavoro con Daniele Fabio da due anni, da quando ho curato il promo video del suo album ‘Mondi Interni’. Un piccolo lavoro per testare le nostre rispettive capacità e per capire se potevamo percorrere della strada insieme. Di strada in questi due anni ne abbiamo percorsa. Abbiamo sempre realizzato video a budget zero ma con grandi capacità emozionali. Lui la mente, io il braccio. Lui il sognatore, io il pragmatico. Grazie a Daniele poi, ho anche assistito alla nascita del Duosfera, creatura meravigliosa che condivide con il chitarrista classico Giulio Tampalini. Quando Daniele mi ha chiamato per parlarmi della registrazione di un video live, mi ha detto ben poco, come suo solito. Questo è assolutamente un bene. Mi comunica le informazioni basilari ossia quelle di carattere tecnico ed io gli pongo delle domande. Nascono così delle discussioni in cui le nostre due anime si confrontano ed in poco, siamo pronti per creare quello che è soltanto un’idea. La scelta di Riturnella, uno dei brani più conosciuti nel panorama tradizionale calabrese, nasce dalla voglia di Daniele Fabio, nel dare vita tramite un nuovo arrangiamento, a qualcosa di diverso. Estrapolarlo del proprio contesto ed elevarlo, adattarlo ai tempi, al nuovo. Farlo, in poche parole, conoscere sotto un’altra veste. Per ‘Riturnella’, che in questa versione vede con Daniele, Elisa Brown alla voce e Francesco Magarò alle percussioni, abbiamo pensato comunque ad una location che fosse in qualche modo legata al contesto originario. Volevamo far accomodare lo spettatore in una dimensione riconducibile al contesto del brano, per poi portarlo altrove con il suono. E’ nata così l’idea di usare la casa-laboratorio del maestro liutaio Vincenzo, sede della Liuteria Piazzetta. Nella session di registrazione, con il focolare alle spalle, la pietra tutt’intorno e le decine di strumenti sparsi per la stanza, ad un certo punto e metaforicamente, abbiamo chiuso gli occhi, iniziando così a viaggiare. E’ così che ‘Riturnella’, in questa nuova versione, prende vita. (Se vuoi, approfondisci la notizia qui)
L’angolo della lira calabrese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *